Pagina Iniziale Indice Album

QUARANT’ANNI DI VITA ALPINA DEL GRUPPO ANA LOGRATO-MACLODIO (BS)

Domenica 12 ottobre 2014 si sono conclusi i festeggiamenti del 40° di Fondazione del Gruppo ANA di Lograto-Maclodio sezione di Brescia.

Lograto e Maclodio sono due piccoli comuni confinanti fra loro, della bassa bresciana. Quarant’anni fa con lungimiranza ed intelligenza, i già appartenenti alle penne nere dei due paesi costituirono una sola entità alpina capace in questi quattro decenni di onorare il senso di appartenenza alla nostra associazione d’arma e rappresentare un vero punto di riferimento per le due differenti comunità. La costante attenzione a favore delle amministrazioni comunali, delle parrocchie e nei confronti delle altre associazioni non si sarebbe sviscerata così copiosa se gli uni non si fossero legati agli altri. E’ un esempio che vale per tutti quei gruppi che con numeri sempre più sparuti, fanno fatica a sviluppare un’attività alpina degna di nota. Il coraggio di vincere il campanilismo porterebbe a confluire assieme ad altri per continuare con motivazioni e forze rinnovate. Per dare ulteriore significato alla ricorrenza fino dal 28 settembre 2014 si sono succeduti diversi eventi: l’inaugurazione alle scuole medie di Lograto di una mostra di cimeli e reperti alpini, un fiaccolata sino al cimitero e uno spettacolo teatrale sul Beato Don Carlo Gnocchi in palestra, nella stessa località l’inaugurazione di un parco dedicato agli alpini con lo scoprimento di un monumento veramente bello, raffigurante un alpino intento “a salire sempre più in alto” a Maclodio. Sempre Maclodio la Fanfara Alpina Tridentina della Sezione ANA di Brescia ha tenuto un applauditissimo concerto. Si è giunti così a domenica 12 ottobre 2014, ove nei pressi dei giardini di Villa Morando a Lograto, sede del Municipio, si sono ammassate quasi un migliaio di penne nere con i Vessilli di Brescia e di Conegliano, un’ottantina di Gagliardetti fra i quali quello di Santa Lucia di Piave, un quindicina di altri emblemi associativi e i Gonfaloni di Lograto e Maclodio. Il Vessillo di Brescia era scortato dal Vice Presidente Vicario Gianbattista Turrini e dai colleghi Vice Presidenti Angelo Turati e Daniele Barbieri. Insieme a loro c’era uno stuolo di consiglieri sezionali. Quello di Conegliano era scortato dagli alpini di Santa Lucia di Piave che dal 2000 sono gemellati con il gruppo ANA di Lograto-Maclodio. L’alzabandiera ha aperto la cerimonia. I discorsi ufficiali si sono succeduti con il seguente ordine: il Capo Gruppo Luciano Menassi, il Vice Sindaco di Maclodio Giuseppe Marini, il Sindaco di Lograto (alpino) Gianandrea Telò e il Vice Presidente Vicario della sezione di Brescia Gianbattista Turrini. Sia i due amministratori che il vicario hanno sottolineato l’opera svolta dal locale Gruppo ANA con i complimenti più particolareggiati per il monumento all’Alpino a Maclodio. Il Vicario si è inoltre soffermato sull’etica alpina che deve mantenersi scevra da qualsiasi condizionamento politico ed ideologico. Parole che chi scrive approva in toto. Dopo la Santa Messa celebrata all’aperto dal parroco di Lograto, si è formato un ordinato corteo che ha sfilato lungo le varie borgate con un’unica fermata per deporre la Corona D’alloro al Monumento ai Caduti. Il passo era scandito dalla Fanfara Alpina Tridentina della Sezione ANA di Brescia. Giunti nei pressi dell’oratorio a suo tempo riedificato dagli alpini di Lograto-Maclodio, c’è stato il rompete le righe. Nello stesso luogo è stato servito il rancio come sempre saporito ed abbondante. Nel mezzo del pranzo sono stati scambiati alcuni doni. Non sono mancati i brindisi ed i canti a rallegrare l’atmosfera più alpina che mai. Come sempre è stato difficile prendere la strada del ritorno perché forte è il legame d’affetto con i nostri amici bresciani.

 

Renzo Sossai

 

Pagina Iniziale